giovedì 11 agosto 2016

come si riempie una piramide

è la legge degli antenati il momento in cui quel tale ti fa passare e non ti guarda e non ti sente nel parchetto così buio e sicuro è qualcosa come un "brickdust o kindlelight  - gli effetti evolvono nell'humus verminano attraverso il movimento - procedono in tanti, in troppi - sorridono chiedono asilo al colle. straordinariamente dormire quando ne hai bisogno - il complesso dello zoo - le rune diamantine e divine - in centinaia scarabocchiano una marcia con movimenti, marciare con tutti con tutte le cose - tagliando il cattivo non dovremmo confonderci - appena diventa scuro si sceglie un riparo - avete sviluppato una qualche fiera coscienza? la materia buona e solida del buono quando diventa inutile ribattere l'orlo. son tutti segni, è come un'incisione una sentenza, ti si vedono le caviglie e questo non si può sopportare, ride. ci vuole una lunghezza tipo. assistono al salto cigolando nel lattice del coro ecco alimentate le dame in uno spazio detto dell'immagine (del.) trattano al chiuso riguardo all'intorno, al che fare, i viceré del principio avvenire con le cavolette avvolte nella iuta che son profumo e profezia - dopo ore di tecnica e attacco si risolvono a guardare con indifferenza alle cuciture, sembra che tengano tintinnano vibrano e oscillano nella meccanica o terza posizione. posizione media. insieme mostrano i denti al nuovo giardiniere, con che riempi la vasca giardiniere? questa è la prima volta per noi. prima, ma voi? non vorremmo che il sacchetto cadesse nel fango. la figlia del sarto è la più sveglia. con la zia punge insetti e piccoli uccelli riservandosi ulteriori azioni nel caldo pomeriggio, dove si parla furiosamente d'acqua - non distraetevi con L, in pace e libera fra le molecole - non torneranno - nessuno più che soffia si sentono abbastanza al morbido e privi d'affanno


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.